05 Agosto 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

PRO DRONERO - RAPALLOBOGLIASCO 1-2

23-01-2014 18:00 - News Generiche
La Pro Dronero viene beffata al 92´ subendo una sconfitta per 2 a 1 contro la seconda in classifica. I Draghi escono perdenti ma a testa alta da questo scontro che li ha visti soffrire in alcuni frangenti ma la squadra ha sempre saputo reagire sfiorando il colpaccio contro una compagine più forte.

Caridi schierava il modulo già provato contro la Caratese, un 5-4-1 con la novità di Isoardi unica punta. In difesa da destra Passerò, Tortone, Pomero, Madrigrano e Mancini. Dunque rispetto alla formazione schierata a Verano Brianza, Porcaro e De Peralta fuori per scelta tecnica. A centrocampo Giraudo Begolo con Dutto e Garavelli esterni a supporto della punta.

I primi 15´ sono stati da brivido con il Bogliasco che accellerava sulle fasce sfruttando Taddeucci. Quattro chiare occasioni da rete precedevano il cortese penalty concesso al Bogliasco per atterramento in area dell´esterno e funambolico giocatore ligure, Costantino.
Il Bogliasco andava in vantaggio e prendeva il respiro concedendo un paio di contropiedi alla Pro Dronero che con Dutto, sempre più determinante, nonostante l´attacco influenzale subito nel week end, colpiva clamorosamente il palo a portiere battuto. In seguito Begolo lanciato dalla tre quarti veniva spintonato in area. L´arbitro concedeva il giusto rigore trasformato da Garavelli.

Il secondo tempo risultava più equilibrato con il Bogliasco che si prendeva a cornate con la difesa dronerese sempre meglio registrata. Con il passare del tempo il Bogliasco sembrava innervosirsi in quanto non riusciva a sfogare la sua voglia di vincere. Grandi cross in area con tanto patema d´animo ma tutto sommato inconcludenti dove Pomero giganteggiava in area.
Il contropiede della Pro procurava l´espulsione dell´esterno basso sinistro, Rolando, e la squadra ligure rimaneva in 10. Ma a quel punto il Bogliasco ringalluzziva e seguendo il dettame di Liedholm che in 10 si gioca meglio, colpiva una traversa e sfiorava il goal in mischia d´area.

Chiaro è stato il cartello del recupero indicato in 4´
Ne passavano un paio poi França riceveva al limite la sfera, si girava da grande goleador e seccava l´ottimo Rosano con un fil di palo imprendibile.


L´orgoglio e l´abnegazione è quello che rimane di una sconfitta alla fine immeritata nella voglia di essere contro questo fato avverso che perseguita i Draghi. Oggi però hanno nuovamente dimostrato che la squadra è in grado di competere con chiunque soffrendo per quanto è il proprio valore tecnico ma sappiamo che questa è la serie D e domenica vi è un´altra finale da giocare a Sestri Levante.

Realizzazione siti web www.sitoper.it