26 Luglio 2017
immagine di testa


storia - Terza Divisione 1929-1930
percorso: Home > storia

Terza Divisione 1929-1930

La Terza Divisione 1929-30 stato il V ed ultimo livello del XXX campionato italiano di calcio , l´unico all´epoca ad essere disputato a livello regionale.
In ciascuna regione potevano essere presenti uno o pi gironi a seconda della quantit delle societ iscritte.Di solito era la vincente delle finali regionali ad essere promossa in SECONDA DIVISIONE.
Le prime classificate nei gironi di PIEMONTE, LOMBARDIA, VENETO, VENEZIA GIULIA, TOSCANA ed EMILIA ottenevano l´ accesso ai gironi finali del nord, ciascuno formato da quattro squadre con la vincente che guadagnava l´accesso alla Seconda Divisione 1930-31.
La stessa formula era prevista anche per le altre regioni che dovevano formare i gironi di finale Sud, ma non ebbero luogo.
Molte squadre promosse sul campo rinunciarono in seguito alla promozione acquisita. Il Direttorio Federale della F. I. G. C. su proposta dei Direttori Regionali, promosse alla Seconda Divisione un numero superiore di squadre, ammettendo soltanto quelle dotate di campi aventi dimensioni superiori a metri 90x50.

GIRONE D.

Saluzzo F. C., Saluzzo 12
G.S. Mazzonis, Torre Pellice 11
G. S. Richard-Ginori, Mondov-Carassone 9
U. S. Albese, Alba 6
U. S. Pro Dronero, Dronero 5

VERDETTI.
Il Saluzzo ammesso alle finali Nord.
Richard-Ginori e Albese sono ammesse alla Seconda Divisione 1930-31

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]